Protocollo Interistituzionale

Il Protocollo Interistituzionale

loghi istituzionali

Prot. n. _______ Roma, 5 maggio 2003

L’anno duemilatre il giorno cinque del mese di maggio

 

tra

Per il Sindaco di Roma, il Consigliere Delegato per l’handicap On. le Ileana  Argentin

il Dirigente del Centro Servizi Amministrativi (C. S. A) di Roma – Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio dott.ssa Maria Assunta Palermo

il Presidente dell’Associazione Teatro di Roma dott. Oberdan Forlenza

-Visto il Protocollo d’intesa del 21 dicembre 1995 con cui si è avviata la fase di sperimentazione del Laboratorio Teatrale Integrato “Piero Gabrielli” per il periodo 1995 – 1997;

-Visto il Protocollo d’Intesa del 20 aprile 1999 finalizzato all’istituzione permanente del Laboratorio Teatrale Integrato “Piero Gabrielli” destinato ad adolescenti con e senza problemi di comunicazione ed articolato in un laboratorio pilota di riferimento ed in laboratori decentrati attivati e coordinati all’interno delle istituzioni scolastiche del territorio di Roma;

-Considerata la valenza sociale, educativa e culturale dell’iniziativa;

Si sottoscrive il seguente Protocollo d’Intesa, tacitamente rinnovato di anno in anno salvo disdetta, per la collaborazione dei rispettivi servizi, ciascuno secondo le proprie competenze per l’attivazione del

 

LABORATORIO TEATRALE INTEGRATO “PIERO GABRIELLI”

 

FINALITA’

  • attivare il processo di integrazione attraverso la pratica teatrale utilizzando il modello del laboratorio ed usufruendo di competenze professionali specifiche e diversificate
  • dare a tutti componenti del gruppo la possibilità di far emergere le proprie potenzialità e di sviluppare le proprie abilità comunicative e cognitive mediante un’attività che non li pone in confronto competitivo e che dà a ciascuno – nella libertà dei ruoli differenziati – il modo di esprimere se stessi;
  • rafforzare il livello di autostima, attraverso l’attività gratificante del teatro, per far evolvere il processo di autonomia all’interno dei rapporti e delle relazioni nella struttura familiare e scolastica e nel più ampio contesto sociale
  • contribuire, attraverso la diffusione ed il consolidamento di questa esperienza, al superamento di preconcetti personali e pregiudizi sociali nei confronti della disabilità e alla valorizzazione di ogni forma di diversità
  • fornire alle scuole di diverso ordine e grado un ulteriore strumento operativo le cui prospettive educative, realizzandosi nella trasversalità dei curriculi, arricchiscono le possibilità di recupero degli alunni con e senza difficoltà e si adoperano al raggiungimento di traguardi formativi;
  • promuovere il collegamento e l’integrazione con la rete dei servizi socio-sanitari e sociali del territorio di appartenenza;
  • promuovere attività di formazione;
  • favorire la partecipazione di tirocinanti alle attività laboratoriali.

ATTRIBUZIONE DEGLI ENTI FIRMATARI

Per il conseguimento delle finalità sopra descritte, gli Enti Firmatari del Protocollo intendono:

  1. a) proseguire le attività del laboratorio pilota di riferimento nella sede permanente nei locali dell’Istituto Comprensivo “Via Madonna dell’Orto” messi a disposizione dal C.S.A. di Roma e resi adeguatamente funzionanti, nei limiti delle somme a tal fine stanziate, dal Comune di Roma e dal Teatro di Roma;
  2. b) proseguire ed attivare laboratori decentrati nelle scuole che hanno già partecipato all’esperienza del laboratorio pilota. Queste scuole potranno consorziarsi con altri istituti scolastici anche al fine della maggiore diffusione dell’iniziativa nel territorio;
  3. c) promuovere la diffusione dell’esperienza nelle scuole del territorio, anche mediante la creazione di un Centro di Documentazione e Consulenza.

Nel rispetto delle reciproche competenze, si possono così sintetizzare le attribuzioni relative agli Enti Firmatari.

Il C.S.A. di Roma si impegna a:

  1. a) assicurare il coordinamento delle Istituzioni partecipanti per quanto di competenza;
  2. b) assicurare, di norma, l’assegnazione di un docente con esperienza pluriennale acquisita nella specifica materia di cui al presente Protocollo, con l’incarico di garantire il coordinamento pedagogico per tutta la fase attuativa delle attività laboratoriali;
  3. c) supportare con un gruppo di lavoro il Coordinamento pedagogico;
  4. d) operare una scelta degli Istituti da coinvolgere nell’iniziativa e stabilire i contatti con i Dirigenti Scolastici per definire le modalità di partecipazione delle Scuole;
  5. e) assicurare, di norma, risorse di personale e finanziarie a supporto dell’attività dei laboratori decentrati;
  6. f) promuovere attività di formazione per gli operatori coinvolti nell’iniziativa.

Il Comune di Roma si impegna a :

  1. a) assicurare il coordinamento tra le Istituzioni partecipanti per quanto di competenza;
  2. b) partecipare al finanziamento del progetto;
  3. c) individuare e promuovere tutte quelle collaborazioni ritenute utili ed opportune con i servizi socio-sanitari e municipali.

Il Teatro di Roma si impegna a:

  1. a) assicurare, tramite l’Area Attività Culturali, il coordinamento delle istituzioni partecipanti per quanto di competenza;
  2. b) mettere a disposizione le figure professionali necessarie per l’attuazione del progetto;
  3. c) assicurare uno spazio teatrale per le rappresentazioni;
  4. d) organizzare il debutto e le repliche degli spettacoli conclusivi;
  5. e) assicurare il supporto organizzativo alle attività del Laboratorio Teatrale Integrato “Piero Gabrielli”.

Per l’attuazione del presente Protocollo gli Enti Firmatari istituiscono, senza oneri aggiuntivi, un Comitato Tecnico-Scientifico composto dai rappresentanti dei tre Enti, che si impegna a proporre annualmente un apposito Protocollo operativo finalizzato alla realizzazione del progetto riferito a tale periodo.

Il Protocollo d’Intesa letto, confermato e ritenuto idoneo in ogni sua parte viene sottoscritto dalle parti contraenti nelle persone dei rispettivi rappresentanti.

Roma. ____________

Per il Sindaco di Roma, il Consigliere Delegato per l’handicap On.le  Ileana Argentin

____________________________________________________

il Dirigente del Centro Servizi Amministrativi (C. S. A) di Roma – Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio dott.ssa Maria Assunta Palermo

____________________________________________________

il Presidente dell’Associazione Teatro di Roma dott. Oberdan Forlenza

____________________________________________________

Skip to content

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi